Immagine del logo: la scritta 'Giardinaggio per tutti' e il disegno di due rose una rossa 
									con sfumature rosa l'altra gialla con sfumature arancio. Le due rose hanno gambi verdi con sfumature marroni attorcigliati e 
									ricoperti di foglie e spine.
Domenica, 26 Maggio 2019 19:20:23
Sei in Home -> Tipologie giardini -> Aromatiche

Aromatiche

Trovo indispensabile in un qualunque giardino un angolo riservato alle aromatiche, io ne faccio un largo uso in cucina: le più utilizzate sono senza dubbio rosmarino, salvia, timo, erba cipollina, basilico, origano, maggiorana, menta, finocchietto selvatico e rucola poi se proprio si vuole vi sono anche crescione, dragoncello, santoreggia, elicriso, santolina, lavanda, malva e melissa.
Ma come andare a disporre le aromatiche?

Sarebbe preferibile realizzare una piccola altura in modo da poter meglio giocare sulle zone di luce e ombra create sia da questo piccolo rilievo che dalle piante stesse. Inoltre questo falsopiano si può sfruttare anche per piante ricadenti o tappezzanti come il timo o il rosmarino strisciante.
Ad esempio si può creare in una zona di esposizione in pieno sole un muretto a secco alto circa 30 cm il cui perimetro descriva un semicerchio e degradi dolcemente verso il basso. Consiglio sempre di preferire linee curve e dolci che sono più naturali e si integrano meglio nel paesaggio.
Come materiale si possono utilizzare mattonelle in pietra di circa 30 cm x 10 cm x 5 cm.
disegno dell'area aromatiche descrittaProcediamo ora con la collocazione delle piante, io posizionerei 2 o 3 piante giovani di rosmarino (Rosmarinus officinalis) in piena luce, possibilmente esposte verso sud–est, nel terreno circostante alla zona dove il muretto è più alto, a circa 30 cm da esso e almeno ad una distanza di 60 cm l'una dall'altra. Non preoccupatevi crescendo le piante occuperanno tutti gli spazi. A 60 cm dall'ultimo rosmarino e sempre a 30 cm dal muretto metterei una salvia (Salvia officinalis) sempre nel lato in piena luce. Sul retro invece, all'ombra del muretto, disporrei 1 o 2 piante di menta (Mentha piperita) e a seguire una di melissa (Melissa officinalis) e una o due piante di finocchietto selvatico (Foeniculum vulgare) nella parte però dove il muretto scema a piccoli gradini. Poi, sull'area rialzata partendo dalla mezzaluna collocherei nell'ordine: erba cipollina (Allium schoenoprasum), maggiorana (Origanum majorana) e origano (Origanum vulgare). Sulla discesa disporrei alcune piante di timo (Thymus vulgaris) che amano serpeggiare libere.
Se si vuole un aspetto ancora più naturale si possono sostituire le mattonelle con vere e proprie pietre naturali. Sicuramente è più complicato realizzare muretti con pietre non squadrate ma il risultato è di maggiore effetto. Inoltre, nei piccoli vuoti che si creeranno tra le pietre e lungo i bordi si possono sistemare delle piantine di Cerastium tomentosum, una ricadente sempreverde che con le sue foglioline argentee e i fiorellini bianchi darà un tocco costante di colore. Per ottenere lo stesso effetto usando le mattonelle, che essendo già squadrate non lasciano spazi naturali, basta toglierne qualcuna in fase di creazione dell'opera.
Condizioni di Utilizzo del Sito   Informativa sulla Privacy   Informativa sull'uso dei cookie   Contattaci