Immagine del logo: la scritta 'Giardinaggio per tutti' e il disegno di due rose una rossa 

									con sfumature rosa l'altra gialla con sfumature arancio. Le due rose hanno gambi verdi con sfumature marroni attorcigliati e 

									ricoperti di foglie e spine.
Mercoledí, 27 Ottobre 2021 5:40:56
Sei in Home -> Tipologie giardini -> Giardino acquatico -> Calla

Calla

Classificazione:

Famiglia: Araceae

Genere: Zanthedeschia

Specie: Zantedeschia aethiopica

Dati:

Origine: Africa

Esposizione luminosa: esposizione non diretta alla luce

Temperatura ideale: da 0 a 30

Fioritura: da Marzo a Giugno alle volte anche in autunno. Colore dei fiori: bianco.



immagine pianta trovata
particolare del fiore di calla La calla è una pianta perenne originaria dell'Africa centro meridionale, da adulta raggiunge 1 m di altezza e 60 cm di diametro. Ha una forma circolare, è costituita da un rizoma e ampie foglie che vanno dal verde brillante al verde scuro di forma lanceolata sorrette da un lungo e carnoso picciolo. Da Marzo a Giugno nella parte centrale della pianta, dove il rizoma è più vecchio e grosso, compaiono sorretti da un lungo stelo carnoso grandi fiori costituiti da un unico liscio petalo bianco, spata, che avvolge una sottile e rugosa pannocchia centrale spadice che varia dal giallo pallido quando il fiore è appena sbocciato al giallo intenso, annusando questo fiore puro e delicato si percepisce un profumo fresco ed effimero che racchiude in sè tutta la bellezza della primavera. Tutto in questa erbacea richiama il suo bisogno d'acqua dai gambi spugnosi e carnosi delle foglie a quelli dei fiori, quindi il terreno deve rimanere sempre umido, va annaffiata abbondantemente durante tutto il periodo vegetativo in particolare in estate. Durante l'inverno invece non va bagnata e per proteggerla dalle gelate va coperta con foglie e tessuto non tessuto.

Note:

La sua posizione ideale è lungo fossati o a ridosso di stagni a mezz'ombra altrimenti le foglie d'estate potrebbero ingiallire e bruciarsi. La si può concimare in particolare in primavera ed in estate con concime per piante fiorite. La moltiplicazione va fatta tra tra ottobre e gennaio dividendo i rizomi della pianta madre e cercando che ogni porzione abbia almeno un paio di germogli.

Terreno ideale:

È ricco di torba mischiato alla comune terra ad esempio: humus (torba) 80%, terra 20%

Come moltiplicare questa pianta:

Per separazione dei cespi e dei rizomi

Questo metodo viene normalmente utilizzato per moltiplicare le erbacee perenni, le piante con rizomi, ma anche alcuni tipi di orchidee. Consiste semplicemente nel dividere in due o più gruppi un singolo groviglio di più piante e radici cercando di rompere meno radici possibile. Alla fine per ogni gruppo dovranno rimanere 2 o 3 germogli con relative radici. Questo metodo è perfetto per dividere con successo gli agapanthus che sono dotati di radici fibrose, mentre per hemerocallis, peonie e iris che hanno rizomi e tuberi basta tagliare e separare quei rizomi che presentano più germogli in modo che ve ne sia uno per ogni porzione di tubero.
Condizioni di Utilizzo del Sito   Informativa sulla Privacy   Informativa sull'uso dei cookie   Contattaci