Immagine del logo: la scritta 'Giardinaggio per tutti' e il disegno di due rose una rossa 

									con sfumature rosa l'altra gialla con sfumature arancio. Le due rose hanno gambi verdi con sfumature marroni attorcigliati e 

									ricoperti di foglie e spine.
Mercoledí, 27 Ottobre 2021 5:48:7
immagine decorativa: rappresenta un paesaggio

Ultimi chiodini del bosco

postato da Claudio Pinoverde il 20-11-2016 06:38:42 in Ricette

Infreddoliti dalle brume autunnali eccoli che sbucano tra i fili d'erba, vicino ad un mandorlo, per l'ultima raccolta della stagione!




postato da Claudio Pinoverde il 20-11-2016 07:52:20

L'Armillaria mellea o chiodino da crudo è un fungo tossico inoltre la sua tossicità aumenta ulteriormente se il fungo non è fresco ed è sviluppato già da uno o due giorni.
Se il cappello è ricoperto da una patina bianca il fungo è vecchio e non va raccolto, anche il gambo quando vecchio diventa scuro.
I chiodini freschi prima di essere mangiati o utilizzati in ricette culinarie vanno bolliti e sbavati in modo da eliminare il più possibile le tossine in essi contenute. Io normalmente faccio bollire solo funghi freschi e utilizzo il cappello del fungo e la parte del gambo solo fino ad appena sotto l'anello.

Questi funghi quando vengono bolliti buttano fuori una schiuma bianca che va eliminata anche aiutandosi con un cucchiaio, inoltre va cambiata l'acqua di bollitura dopo che è arrivata ad ebollizione un paio di volte in modo da eliminare più tossine possibili. Inoltre vanno lasciati bollire per almeno 20 minuti.

Consiglio infine di aggiungere all'acqua di bollitura del sale grosso in modo che i funghi mantengano un po' di salinità.



postato da Claudio Pinoverde il 22-11-2016 07:44:10

Solo dopo aver fatto il procedimento sopra ed essere stati ben cotti possono essere utilizzati in risotti o altre ricette senza rimanerne avvelenati!


immagine decorativa: rappresenta un paesaggio
Condizioni di Utilizzo del Sito   Informativa sulla Privacy   Informativa sull'uso dei cookie   Contattaci