Immagine del logo: la scritta 'Giardinaggio per tutti' e il disegno di due rose una rossa 

									con sfumature rosa l'altra gialla con sfumature arancio. Le due rose hanno gambi verdi con sfumature marroni attorcigliati e 

									ricoperti di foglie e spine.
Mercoledí, 27 Ottobre 2021 5:12:51
Sei in Home -> Tipologie giardini -> Giardino piante grasse -> Cuscino della suocera

Cuscino della suocera

Classificazione:

Famiglia: Cactaceae

Genere: Echinocactus

Specie: Echinocactus grusonii

Dati:

Origine: Centro Messico

Esposizione luminosa: piena luce

Temperatura ideale: da 10 a 40

Fioritura: nelle piante adulde in estate. Colore dei fiori: giallo scuro.



immagine pianta trovata
L'echinocactus grusonii anche noto come cuscino della suocera è un cactus originario delle aree centrali del Messico.
Ha una forma sferica, di color verde scuro è costituito da diverse creste sporgenti il numero delle quali aumenta con l'età della pianta. Su ogni cresta sono presenti in successione delle piccole zone circolari di color giallo chiaro da cui spunta su ciascuna un ciuffo di spine gialle di diversa lunghezza, anche il colore delle spine varia in base all'età diventando giallo canarino quando la pianta è adulta.
Le piante mature in estate si ricoprono sulla cima di corone di fiori giallo scuro, che sbocciano durante il giorno.

Note:

Purtroppo è una pianta a crescita davvero molto lenta per cui non so se riuscirò mai a vedere fiorita la mia piccola pianta in foto!!! Staremo a vedere!

Terreno ideale:

È ricco di minerali in cui la composizione può essere un miscuglio di: terra 50%, sassi 10%, sabbia 40%.

Come moltiplicare questa pianta:

Per semina

Su alcuni vasetti riempiti di torba si possono disporre ad una profondità di circa 1 cm i semi che ci interessa piantare, va pigiata la torba sovrastante quindi con uno spruzzino si inumidisce il terreno. I vasetti poi vanno ricoperti con della pellicola o con sacchetti di nylon trasparenti ben fissati ad esempio con un elastico. Il nylon trasparente serve a mantenere il terreno caldo e umido e a far filtrare la luce. Vanno riposti poi in piena luce in primavera o a mezz'ombra d'estate. Ogni 2 o 3 giorni togliere il nylon verificare l'umidità del terreno eventualmente bagnare con uno spruzzino, quindi rimettere il nylon finchè dopo 2 o 3 settimane si vedranno spuntare le nuove pianticelle a quel punto togliere definitivamente la pellicola o i sacchetti. Si potrà procedere a riinvasare il tutto una volta che le pianticelle siano diventare abbastanza resistenti facendo attenzione a non rovinare le radici. Questo metodo funziona bene ad esempio per calicanto, basilico, lantana, nespolo e aubrietia. In generale la moltiplicazione per seme si utilizza un pò per tutte le piantine dell'orto nel periodo giusto che varia dal tipo di pianta. Si può seminare direttamente in piena terra facendo attenzione a non mettere i semi troppo vicini tra loro in modo che una volta cresciute le piantine non si soffochino a vicenda.
Condizioni di Utilizzo del Sito   Informativa sulla Privacy   Informativa sull'uso dei cookie   Contattaci